CALDAIA A CONDENSAZIONE:




La caldaia a condensazione ha il miglior rendimento di combustione (superiore al 100%), dovuto al recupero del calore dei fumi, che normalmente verrebbe disperso dal camino. La condensazione consente di avere il miglior rendimento “medio stagionale” e inquina di meno perché la riduzione del consumo e la migliore combustione comportano una minore emissione di agenti.



GENERATORI DI CALORE A BIOMASSA:




Caldaie, stufe e caminetti di nuova generazione posso utilizzare le biomasse (legna, cippato, pellets, mais…) per produrre calore e acqua calda sanitaria, in modo molto conveniente senza inquinare.





SOLARE TERMICO:




I pannelli solari termici sfruttano l’irraggiamento solare per produrre acqua calda sanitaria. Nei mesi freddi possono anche integrare il fabbisogno di riscaldamento (nel caso di sistemi con emissione radiante) con un notevole risparmio energetico.





FOTOVOLTAICO:




I pannelli solari fotovoltaici utilizzano l’irraggiamento del sole per produrre energia elettrica. Possono essere posizionati sulle coperture degli edifici, completamente o parzialmente integrati all’architettura. Possono inoltre essere posizionate sul terreno tramite strutture fisse o orientabili. Il conto energia è il sistema di incentivazione dell’energia elettrica prodotta, e consente di avere un ritorno economico proporzionale ai KWh prodotti.





POMPE DI CALORE:




La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire calore da un corpo a temperatura più alta ad uno a temperatura più bassa, utilizzando energia elettrica (ad esempio il climatizzatore). Il circuito è reversibile per cui con un'unica macchina si può produrre sia caldo che freddo. Particolari pompe di calore sono quelle geotermiche che utilizzano il calore contenuto nel sottosuolo o nell’acqua di falda.





COGENERAZIONE:




Per co-generazione si intende la produzione simultanea di diverse forme di energia secondaria a partire da un'unica fonte primaria. Un esempio classico è un motore che produce energia elettrica ed energia termica (calore), a partire da metano o gasolio. Il vantaggio è presto detto, pensiamo alla generazione, separata, di questi due tipi di energia. Nella produzione di energia elettrica che viene utilizzata negli edifici si ha un'efficienza inferiore al 40%, la rimanente parte viene dispersa sotto forma di calore. La cogenerazione sfrutta questo calore per riscaldare gli ambienti portando l'efficienza totale del sistema a circa il 90%. Se questo avviene per un limitato numero di edifici si chiama micro-cogenerazione, su larga scala si può parlare di teleriscaldamento da cogenerazione.





VENTILAZIONE:




I sistemi di ventilazione controllata sono impianti che consentono di gestire il ricambio dell’aria in un ambiente con l’esterno. Questo avviene senza l’apertura di finestre e porte tramite condotte di ventilazione forzata, collegate con gli ambienti interni da aspiratori per la rimozione dell’aria viziata e da diffusori per l’immissione di aria pulita.





IMPIANTI RADIANTI:




Gli impianti ad emissione radiante permettono sia il riscaldamento che il raffrescamento di un ambiente e possono essere a pavimento, a parete o a soffitto. Funzionano a temperature inferiori ai sistemi tradizionali permettendo l’uso di generatori di calore di potenza minore, eliminando l’ingombro dei radiatori. Abbinati alla caldaia a condensazione, gli impianti radianti offrono il massimo delle prestazioni in termini di risparmio energetico. Sono inoltre la soluzione più indicata per gli impianti alimentanti con energie alternative (pompe di calore geotermiche e solare).





GMG IMPIANTI S.r.l. - Via dei Muratori, 4 - Z.i. Bardano - 05018 Orvieto (TR) - P.i. 00276820552